Progetto per non-vedenti QUANDO E' UN CANE CHE TI ACCOMPAGNA

CANI GUIDA FELICIRoberta con il cane Guido, Giovanni con la sua Terry, Virginio con la labrador Emily. Sono loro i protagonisti dello speciale "Quando è un cane che ti accompagna" promosso dall'associazione Voci Oltre Noi. Un progetto rivolto a persone cieche e ipovedenti che abbiano già, o decidano consapevolmente di volere al proprio fianco un cane che, se opportunamente selezionato e formato, potrà rivelarsi un fedele e affidabile accompagnatore.Una visione innovativa che pone al centro il benessere del cane e le sue potenzialità, che grazie a una corretta correlazione uomo-cane, possono rivelarsi efficaci nel migliorare l'autonomia e la qualità della vita delle persone con disabilità visiva.Il progetto vuole offrire l'opportunità anche ai cani detenuti nei canili di essere selezionati per stare al fianco di un non vedente.Una valida alternativa al tradizionale percorso di formazione dei cani per non-vedenti, in genere affidati nel primo anno di vita alle cosiddette "puppy walker family" per poi essere addestrati in opportuni centri e infine affidati, spesso senza alcuna valutazione affettiva o di affinità, al destinatario che ne fa richiesta.Seguite e sostenete questo percorso di crescita che vi raccontiamo attraverso le parole dall'istruttore cinofilo Livio Guerra#VociOltreNoi

Pubblicato da L'Arena di Noè su mercoledì 9 maggio 2018

Con LiveDog cani-guida felici su TeleArena

Con LiveDog cani-guida felici su TeleArena

Roberta con il cane Guido, Giovanni con la sua Terry, Virginio con la labrador Emily.
Sono loro i protagonisti dello speciale “Quando è un cane che ti accompagna” promosso dall’associazione Voci Oltre Noi.

Un progetto rivolto a persone cieche e ipovedenti che abbiano già, o decidano consapevolmente di volere al proprio fianco un cane che, se opportunamente selezionato e formato, potrà rivelarsi un fedele e affidabile accompagnatore.

Una visione innovativa che pone al centro il benessere del cane e le sue potenzialità, che grazie a una corretta correlazione uomo-cane, possono rivelarsi efficaci nel migliorare l’autonomia e la qualità della vita delle persone con disabilità visiva.

Il progetto vuole offrire l’opportunità anche ai cani detenuti nei canili di essere selezionati per stare al fianco di un non vedente.

Una valida alternativa al tradizionale percorso di formazione dei cani per non-vedenti, in genere affidati nel primo anno di vita alle cosiddette “puppy walker family” per poi essere addestrati in opportuni centri e infine affidati, spesso senza alcuna valutazione affettiva o di affinità, al destinatario che ne fa richiesta.
Seguite e sostenete questo percorso di crescita che vi raccontiamo attraverso le parole dall’istruttore cinofilo Livio Guerra del LiveDog Park di Verona.

(articolo e servizio del programma “L’Arena di Noè” di TeleArena)

#VociOltreNoi